Questo sito utilizza i cookie per migliorare i servizi e per fini statistici. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta l'informativa estesa sui cookie.
Proseguendo la navigazione del sito o chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie.
Caricamento…

Biografia

Per James Levine la musica è sinonimo di vita. Ha cantato ancor prima di parlare. È nato a Cincinnati, Ohio, ed è stato fortunato nel ritrovarsi in una comunità insolitamente vivace e culturalmente consapevole. C'era un'eccellente sala da concerto e una stagione estiva d'opera all'aperto che presentava alcuni dei migliori cantanti del tempo.

Ha iniziato a studiare pianoforte a quattro anni leggendo partiture vocali e libretti d’opera, ascoltando trasmissioni radiofoniche d’opera durante l’inverno e spettacoli d’opera dal vivo in estate – ha assistito alle prove e diretto dalla sala, andando backstage per fare domande ai cantanti e perfino facendo la comparsa se necessario. Era il paradiso.

Ha debuttato all’età di dieci anni con la Cincinnati Symphony suonando il Concerto per pianoforte n. 2. di Mendelssohn. Contemporaneamente, ha iniziato a studiare con Walter Levin, fondatore e primo violino del Quartetto Lasalle. Walter ha ispirato Jimmy con conoscenza e disciplina, senza tener conto della sua età. Gli ha insegnato i fondamenti musicali inculcandogli riverenza per la genialità del compositore e l’obbligo degli esecutori di rispettarne i desideri. Soprattutto gli ha insegnato come studiare e come trasformare le note e le indicazioni comuni a tutta la musica in un linguaggio personale e specifico per ogni compositore. Insieme hanno studiato tutte le varie forme di scrittura dei compositori di ogni tempo. Somiglianze e differenze sono diventate distinguibili, sono sorte domande e le risposte hanno portato a ulteriori domande, sono stati scoperti dettagli che prima erano passati inosservati. Chiaramente questo avrebbe poi richiesto una vita intera di studio; un’esperienza di vita totalmente affascinante, stimolante ed esaltante. Niente avrebbe potuto essere più emozionante per il giovane James Levine.

A tredici anni viene invitato da Rudolf Serkin a studiare al Marlboro Festival, avendo il suo primo assaggio di direzione quando, durante una performance di Cosi Fan Tutte, improvvisamente è stato necessario un direttore per il coro interno. A quattordici anni ha iniziato a studiare con Rosina Lhevinne all’Aspen Festival. Aspen è stato un sogno che si avverava: la formazione di Walter è stata portata dall’aula alla realtà grazie alla presenza di grandi musicisti. Ha esteso il suo repertorio accompagnando le lezioni di canto per gli studenti di Jennie Tourel, acquisendo così una conoscenza ingegnosa della voce grazie una delle cantanti più erudite, musicali e comunicative di sempre. A sedici anni ha iniziato ad accompagnare Mme. Tourel, Eleanor Steber e Hans Hotter in recital. A diciannove anni ha diretto la sua prima opera – Les Pecheurs des Perles – ad Aspen. La combinazione degli studi con Jean Morel a New York durante la stagione invernale e delle esperienze fatte durante le stagioni estive ha consentito a James di iniziare un percorso in America con una forte connotazione europea. A ventun anni è stato nominato Direttore Assistente della Cleveland Orchestra da George Szell.

Nei suoi quasi sessant’ anni di carriera, il Maestro Levine si è esibito con la maggior parte delle principali orchestre e ha sviluppato rapporti significativi con molte di esse: Wiener Philharmoniker, Berliner Philharmoniker, Bayreuther Festpiele, Salzburger Festpiele; è stato Direttore musicale dei Münchner Philharmoniker, Direttore musicale fondatore della Youth Orchestra Verbier Festival, Direttore musicale della Chicago Symphony Orchestra al Ravinia Festival, Direttore musicale della Boston Symphony e Tanglewood Festival.

Il Maestro Levine è particolarmente noto per il suo amore per il canto ed ogni forma di musica vocale. Si è esibito come direttore o pianista con la maggior parte dei grandi cantanti del suo tempo tra cui Jan Peerce, Vinay, Varnay, Tucker, Crespin, Tebaldi, Price, Nilsson, Rysanek, Ludwig, Peters, Bergonzi, Corelli, Gobbi, Gedda, Soderstrom , Vickers, Horne, Stratas, Scotto, Freni, Ghiaurov, Haefliger, Prey, MacNeil, Milnes, Te Kanawa, Troyanos, Behrens, Talvela, Moll, Caballe, Raimondi, Domingo, Pavarotti, Carreras, Van Dam, Battle, Morris, Millo , Meier, Voigt, Heppner, Pape, Norman, Dessay, Terfel, Polenzani, Bartoli, Furlanetto e tanti, tanti altri. James Levine è stato il Direttore musicale del Metropolitan Opera per più di quarant’anni, dirigendo alcune migliaia di recite di oltre novanta titoli d’opera.